Ad ottobre continua a calare la fiducia nell'economia, anche a causa dell'industria automobilistica

Pubblicato: 01/11/2021 Paesi correlati:  Repubblica Ceca Repubblica Ceca

Nell'ultimo trimestre di quest'anno l'economia ceca si trova in una condizione svantaggiata a causa della persistente carenza di componenti importati e del rapido aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia.

A giugno sembrava che l'economia fosse sulla buona strada e che la crescita avrebbe cancellato le perdite della recessione causata dal covid-19. Tuttavia, l'aumento dei prezzi dei combustibili e dell'energia, insieme alla crescente carenza di richieste, hanno fatto la loro parte. Nei mesi scorsi, l'ottimismo sia degli imprenditori che dei consumatori ha cominciato a scemare. Non sorprende che l'ostacolo principale sia stato la mancanza di richiesta di produzione. Tuttavia, le aziende sono scettiche anche sull'evoluzione della domanda nei prossimi mesi, già confermata da un calo significativo degli ordini, paragonabile a quello della scorsa primavera. La mancanza di materiale è avvertita anche dalle imprese edili, ma l'ostacolo maggiore resta la mancanza di manodopera. Quasi il 38% delle aziende è oggi interessato da questo problema, mentre solo il 16% di esse è affetto da una scarsa domanda. L'umore nel settore è pressoché invariato, anche se le aziende prevedono un drastico calo di nuovi ordini nei prossimi mesi. Il motivo principale sarà probabilmente il rapido aumento dei prezzi dei lavori di costruzione e dei materiali, che si rifletterà anche nella fattibilità dei progetti di investimento appaltati. Mentre l'industria e l'edilizia sono preoccupate per l'ulteriore sviluppo della domanda, le aziende sono ancora ottimiste sui servizi. Meno di un quarto degli imprenditori, infatti, lamenta una domanda debole, che però potrebbe presto cambiare a causa del peggioramento della situazione pandemica: non per nuove misure restrittive, ma "a causa" di un potenziale cambiamento nel comportamento dei consumatori. Dopotutto, i settori legati al turismo, in particolare l'HORECA, potrebbero presto sentirlo. L'indagine nei negozi mostra una fortissima aspettativa di aumento dei prezzi per i consumatori, che è addirittura la più alta dal 2003. Non è un caso che, secondo l'ufficio di statistica, la paura dell'inflazione delle famiglie sia la più alta dell'intero periodo di monitoraggio di questo indicatore. Dato il numero di notizie negative, il deterioramento della fiducia dei consumatori causato dalle aspettative negative sull'ulteriore sviluppo dell'economia non sarà una sorpresa. Nell'ultimo trimestre di quest'anno l'economia ceca si trova in una condizione svantaggiata a causa della persistente carenza di componenti importati e del rapido aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia. Dato che non ci si può aspettare una svolta in meglio in questa direzione nel prossimo futuro, è tempo di rivedere le prospettive al ribasso. Si annuncia una crescita più lenta e un aumento dell'inflazione per la Repubblica Ceca.